Fabbro Roma Pronto Intervento

Una nuova sede del servizio pronto intervento fabbro roma apre in questi giorni, un servizio di pronto intervento fabbro 24 ore a roma e provincia per riparazione serrature, pronto intervento porte blindate, opera anche sabato e domenica 24 ore su 24 e nei giorni festivi. Per qualsiasi tipo d’informazione contattaci ad uno dei seguenti indirizzi oppure vieni direttamente nella nostra sede, operiamo su serrature di tutte le marche. Il primo servizio che opera a roma e provincia per serrature, serrande e avvolgibili, il servizio offre anche riparazione basculanti. Per qualsiasi tipo di informazione visita uno dei seguenti contatti. La prima azienda a roma ad offrire prezzi concorrenziali.

VISITA www.fabbroroma.com

FACEBOOK

COME RAGGIUNGERCI

Assistenza Condizionatori Pessot Firenze

Condizionatori Pessot è un’azienda leader a Firenze e provincia nella vendita, nell’installazione, nella riparazione di condizionatori e climatizzatori, oltre che in controlli come la pulizia dei filtri e nelle ricariche gas che, a norma di legge, sono obbligatorie.

A Firenze e nell’hinterland aiutiamo i nostri clienti a scegliere il modello di condizionatore in linea con le esigenze personali e con quelle collettive, tenendo sempre conto della dimensione della casa (o dell’ufficio) e delle stanze: a Firenze e provincia siamo leader di mercato nella commercializzazione di condizionatori a parete, a pavimento, a soffitto, mono-split e dual-split dei marchi più rinomati nel settore, come ad esempio Daikin, LG, Toshiba, Fujitsu, Hitachi, Mitsubishi, Tadiair, Tadiran.

Il nostro catalogo è aggiornato con le ultime novità di settore. I prezzi sono ultra competitivi e, una volta ultimato l’acquisto, i nostri tecnici effettueranno l’installazione direttamente a casa tua. Tutto compreso nel prezzo.

Se poi il condizionatore iniziasse a non esprimere le prestazioni iniziali, non deumidificando più, non ricevendo più il segnale dal telecomando, o se qualche parte presentasse malfunzionamenti, tipo la ventola che non gira, a rimettere le cose a posto ci penseranno i tecnici di Pessot. Oltre ad effettuare controlli scrupolosi, previo appuntamento da concordare al numero di telefono 345/0126000 o allo 055/7478346, disponiamo di pezzi di ricambio originali. Per questo motivo, la sostituzione avviene in tempi rapidi.

A Firenze e provincia, Pessot è specializzata anche nella pulizia dei filtri dei condizionatori. Spesso il condizionatore non viene utilizzato nel corso della stagione invernale. Cosa succede? I filtri finiscono per essere intasati dalla polvere, dai pollini e dai fumi. Una volta attivata la “macchina” senza averla pulita, con il primo gettito d’aria, il diretto interessato andrebbe a respirare aria insalubre per il semplice motivo che queste micro particelle di sporcizia “circolerebbero a piede libero”. Per evitare rischi, lo staff di Pessot pulisce a fondo i filtri, rimuovendo la polvere in eccesso con apposito compressore e detergente certificato. Le prestazioni torneranno ad essere quelle iniziali, perché il climatizzatore non “lavorerà” sotto stress. Ergo, si abbasseranno i consumi energetici e il cliente risparmierà in bolletta. Se il condizionatore risulta scarico, il team di Pessot a Firenze e provincia esegue la ricarica gas.

Per ulteriori approfondimenti, connettetevi al sito internet www.condizionatoripessot.it

Assistenza Condizionatori Pessot Firenze

Nasce a Firenze e Provincia la ditta www.condizionatoripessot.it che offre un servizio di assistenza, riparazione, manutenzione, ricariche gas e pulizia filtri su condizionatori di ogni marca e modello a Firenze e provincia.

Inoltre il sito presenta una sezione news dedicata a dare consigli agli utenti per soluzioni fai da te a qualsiasi problema col climatizzatore.

La ditta condizionatori pessot firenze offre anche vendita di una vasta gamma di condizionatori di ogni marca e modello per ogni tipo di uso con possibilità di rateizzazione e montaggio con prima accensione.

Condizionatori: come funziona realmente il processo di raffreddamento dell’aria?

Assistenza condizionatori Roma da un’adeguata spiegazione sul funzionamento di un condizionatore. Quasi nessuno si preoccupa del funzionamento di un condizionatore quando genera aria fredda da uno stato iniziale di aria calda.

Nello specifico è interessante valutare come il condizionatore abbia un liquido refrigerante al suo interno che compie diversi passaggi in altrettante parti dell’impianto trasformandosi in vapore (non in gas) e attiva un processo di condensazione per poter compiere il proprio dovere.come funziona un condizionatore

A tutti sarà capitato una volta nella vita di dover ricorrere all’assistenza per guasti al condizionatore o climatizzatore. Ma vi siete mai chiesti come si comporta realmente un climatizzatore? Un operaio di Assistenza condizionatori Roma ha cercato di spiegarlo senza paroloni lanciando un input per coloro che fossero interessati all’argomento e volessero fare ulteriori ricerche.

Come raffredda l’aria un condizionatore?

L’articolo tratta del liquido refrigerante che volgarmente viene definito gas ma che in realtà gas non è. Inoltre si può capire come viene creata la condensazione del liquido una volta riscaldato e reso sotto forma di vapore. Si parla di come avviene il passaggio dall’unità esterna a quella interna. Ulteriormente, viene spiegato in maniera semplice ed intuitiva, come fa il condizionatore a trasformare l’aria calda della stanza in cui è installato in aria fredda fruibile per il nostro benessere nei periodi di maggiore afa estiva.

Tutti ormai sanno che i climatizzatori di oggi abbiano anche la facoltà di riscaldare gli ambienti, tuttavia in questo articolo viene semplicemente espresso il modo in cui opera in modalità di raffreddamento.

Assistenza Condizionatori Roma ci tiene a specificare che è caldamente sconsigliato fare manutenzione senza un tecnico in quanto si rischierebbe di apportare più danni che benefici al proprio impianto. Le mani esperte di un tecnico sono senza dubbio la soluzione migliore ad ogni problema.

Vai all’articolo Come funziona un condizionatore

Acquistare un condizionatore: consigli per la scelta

Chiunque volesse cambiare o installare per la prima volta un condizionatore, bisogna tenere a mente che è molto importante puntare su modelli con tecnologia Inverter, e quindi capaci di modificare la potenza dell’apparecchio all’effettiva necessità di utilizzo riducendo così il numero di cicli di accensione e di spegnimento.

Grazie a questa tecnologia si può beneficare di un risparmio energetico che supera il 30% in bolletta.

Altro punto, è bene puntare su condizionatori di classe A o con classe maggiore. Nonostante il maggior costo iniziale, è risaputo che generano un risparmio maggiore rispetto a una classe inferiore.

La spesa si recupera in pochi anni.

Altra cosa importante sono dimensioni dell’impianto. La dimensione deve essere direttamente proporzionale all’ambiente da rinfrescare. È possibile fare alcuni calcoli da soli, ma per la maggior parte dei casi è bene affidarsi a un esperto per sapere qual è la potenza ideale in funzione delle dimensioni dell’abitazione. Un condizionatore troppo grande, oltre a essere più caro, potrebbe far aumentare la bolletta del 50%. Anche se compri un climatizzatore troppo piccolo comporterà uno spreco maggiore senza rinfrescare la camera.

Assistenza Condizionatori Roma fornisce questi preziosi consigli attendendo l’arrivo dell’estate e consiglia di iniziare a muoversi per fare una giusta manutenzione ed evitare tutti i problemi che possono incorrere per non averlo fatto così come specificato sul nostro sito web.

Quando è il caso di cambiare l’impianto di riscaldamento?

Se da qualche tempo a questa parte hai pianificato di acquistare una nuova caldaia, per diversi motivi tra i quali: la caldaia vecchia sta andando in blocco definitivo o forse hai bisogno di modernizzare casa e di conseguenza anche il riscaldamento, TermoclimaPM può dare qualche consiglio su come scegliere la caldaia in base alle tue esigenze.

Prima di affrontare questo argomento, però, ricordiamo ai meno avvezzi alla materia che la caldaia, non solo riscalda la casa, ma produce acqua calda sanitaria. Di conseguenza, specie in inverno, la caldaia risulta essere un accessorio fondamentale per rendere confortevole casa propria.

La prima domanda secca

Perché, poi, frequentemente diventa obbligatorio cambiare la caldaia? Per prima cosa bisogna dire, il tempo è il peggior nemico. Come tutti gli apparecchi domestici, anche la caldaia diventa obsoleta. In secondo luogo, controllando la bolletta, ci si può accorgere che i costi sono saliti, perché il vecchio modello di caldaia consuma troppo combustibile. E, nonostante la manutenzione, i risultati sono minimi. Ergo, in famiglia si decide di acquistare un modello di nuova generazione.
In riferimento a come scegliere la caldaia adatta alle nostre esigenze, TermoclimaPM si sente di consigliare quanto segue:

Consiglio 1

Decidere il ruolo che la caldaia deve avere: un conto è scegliere un modello, dove la sua unica funzione sia quella di riscaldamento, un altro è optare per un sistema che produca acqua calda sanitaria. In ogni caso, oggigiorno, si sente parlare molto bene riguardo i modelli ibridi, in grado di soddisfare appieno entrambe le funzioni.

Consiglio 2

Tenere a mente il numero di stanze da riscaldare e della loro grandezza. Infatti in base a questo, in una casa grande, una caldaia a condensazione sarà più adatta di una a camera stagna e viceversa.

Consiglio 3

Dove installare la caldaia? Dentro o fuori casa? In base alla tua scelta, potrai optare per una caldaia murale, da installare a parete, o per una caldaia a camera aperta, ideale per grandi balconi.

Consiglio 4

Altro aspetto, si deve tenere conto della resa energetica e della percentuale di energia derivante dalla combustione. Se il rendimento di combustione è alto, si otterrà un risparmio sul consumo di combustibile, una migliore efficienza energetica e la bolletta del gas sarà meno salata.

Grazie a queste dritte, avrai le idee molto più chiare in riferimento a come scegliere la caldaia adatta alle tue esigenze ed eventualmente approfondire l’argomento.
TermoclimaPM offre soluzioni di questo genere per la sicurezza domestica da oltre 20 anni, operando a Roma con successo e soddisfazione dei clienti.

Le migliori caldaie al mondo e in Italia

Tutti coloro che fossero interessati ad acquistare una nuova caldaia, magari per recuperare il riscaldamento della propria abitazione o perché il vecchio apparecchio disperde troppo, nella maggioranza non ha un quadro preciso di quali sono le imprese di settore, attive sul mercato.

Per questo motivo, in quanto professionisti, vi segnaliamo le migliori marche di caldaie da comprare.

I marchi più affidabili sono secondo noi:

  • Vaillant: azienda tedesca con decennale esperienza alle spalle nel mercato della termoidraulica, della climatizzazione e della ventilazione. La Vaillant si è guadagnata, nel corso degli anni, un ruolo di leadership nel settore, offrendo prodotti che assicurano il comfort nelle abitazioni. Gli ultimi modelli, soprattutto, sono addirittura ad energia rinnovabile che rispettano l’ecosistema, consumano poco combustibile e ammortizzano i costi.
  • Viessmann: altra azienda tedesca, localizzata ad Allendorf, fabbrica caldaie davvero efficienti ed innovative. Chi le acquista non lo fa solo per riscaldare il contesto domestico, visto che sono molto apprezzate anche nei locali industriali.
  • Junkers: azienda storica dal 1932 è di proprietà del gruppo Robert Bosch GmbH, ha sempre venduto caldaie in grado di assicurare massimo comfort, prestazioni eccellenti, risparmio energetico e pieno rispetto ambientale. Di sicuro, tra le migliori marche di caldaie.

Tra i marchi italiani più affermati nel mercato delle caldaie, ricordiamo:

  • Biasi: di Verona, dagli anni ’30 è cresciuta a piccoli passi, lasciando intatta la mission aziendale del fondatore, Leopoldo Biasi. “Creare il comfort per migliorare la qualità della vita”. Le caldaie a basamento, le caldaie murali e le caldaie a circuito doppio/singolo di Biasi sono apprezzate sia in Italia che all’estero. Infatti metà degli incassi di Biasi è dovuto ai mercati internazionali.
  • Ariston: sicuramente tra le migliori marche di caldaie, non solo in Italia, ma anche in campo internazionale. L’azienda si è sempre impegnata nella produzione di caldaie con un alto livello tecnologico e nel rispetto ambientale. Basti pensare che le macchine a condensazione di Ariston abbassano i consumi energetici del 35% e le emissioni di sostanze nocive del 75%. comprare una caldaia Ariston vuol dire, perciò, pagare di meno in bolletta. Garanzia.
  • Cosmogas: nella messa in commercio di caldaie murali a gas, caldaie ecologiche e caldaie a basamento, questa fantastica realtà italiana ha molto da dire. Prestazioni eccellenti, consumi ridotti sono i suoi valori cardine.

Ricordiamo infine, tra le migliori marche di caldaie, anche Immergas, Ferroli, Beretta, Baxi S.p.A.

Insomma, in fase di acquisto di una caldaia, c’è solo l’imbarazzo della scelta. Per consulenza ed installazione di caldaie nella zona di Roma e provincia, è possibile contattarci direttamente attraverso il nostro sito web o i nostri numeri telefonici.

Caldaie Pelucchi è il centro servizi per l’assistenza di caldaie a Roma, di qualsiasi modello e marca. Grazie agli otre 20 anni di esperienza sul campo e con corsi di aggiornamento.

Scrivici su Facebook

La caldaia non scalda i termosifoni? Perché e come rimediare

Quando è inverno le temperature si abbassano e, di conseguenza, occorre riscaldare al meglio la propria abitazione. Possono insorgere problemi come il blocco della caldaia.

Un problema assai frequente. Altre volte, nonostante la caldaia venga accesa, le piastre di riscaldamento risultano fredde o al tiepide.

Quindi perché la caldaia non scalda i termosifoni?

Le cause sono davvero eterogenee.

Una causa può essere il timer di riscaldamento della caldaia che non risulta accesso. Per verificare è sufficiente impostate il valore della temperatura di riscaldamento tra i 60 ed i 70 gradi centigradi. Se non si notano differenze, è opportuno attendere una trentina di minuti, che è il tempo che l’acqua calda impiega per entrare in circolo nei termosifoni e per riscaldare le piastre.

Se dopo questa operazione le piastre risultassero ancora fredde o tiepide, bisogna procedere nel monitorare lo stato della pressione dell’acqua dell’impianto, mediante l’ago di pressione. Se la pressione è inferiore a 2 bar, bisogna aprire la leva della pressione dell’acqua, posizionata in basso, e attendete che raggiunga i 2 bar. Arrivata al livello di pressione indicato, chiudere la leva.

Può capitare inoltre che il termosifone non emani calore a causa di tutta una serie di ostruzioni interne alle tubature di raccordo dell’impianto.

Oppure, può essere dovuto alla caldaia che non scalda i termosifoni perché si formano bolle d’aria nell’acqua riscaldata. In altri casi, la caldaia non scalda i termosifoni, perché si formano bolle d’aria nelle tubazioni. Per questo problema è opportuno “sfiatare” i termosifoni, per azzerare l’accumulo di aria in eccesso.

Bisogna sempre tenere ben presente che che eseguire lo spurgo dei termosifoni permette il ripristino delle funzionalità, l’erogazione del calore ed un notevole contenimento dei costi nella bolletta del gas.

In quanto addetti ai lavori, Manutenzione Caldaie Roma consiglia di far eseguire lo spurgo dei caloriferi con cadenza annuale.

Where’s The Revolution: il nuovo singolo dei Depeche Mode

I Depeche Mode si rilanciano sulla scena musicale mondiale con il loro nuovo singolo  “Where’s The Revolution” che fa da preludio all’uscita del loro prossimo colpo artistico, l’album “Spirit“,  in uscita il 17 marzo 2017.

Whereʼs The Revolution è già disponibile online e in digitale oltre ad essere stato lanciato dalle radio e in streaming.

La canzone del singolo Where’s The Revolution, ha le sonorità tipiche della band inglese e fanno da sponda per l’attesissima l’uscita dell’album, che la stessa band fa sapere, avrà dei toni politici di denuncia sociale a 360 gradi.

I Depeche Mode hanno messo la pulce nell’orecchio su questo tema anche nella loro conferenza stampa a Milano in cui avevano ufficialmente promosso il loro tour mondiale.

 Martin Gore, in conferenza, aveva lasciato diversi indizi che facevano intendere che le canzoni sono state pensate secondo quella che è l’attuale situazione mondiale.

Anche il titolo stesso del singolo Whereʼs The Revolution, tradotto “Dov’è la rivoluzione”, e la copertina dove spiccano sagome di persone comuni che sventolano bandiere come in una manifestazione di denuncia sociale, fanno pensare che questa direzione di denuncia sia quella che li abbia maggiormente influenzati a livello artistico per questo pezzo.

L’album “Spirit” è la prima collaborazione dei Depeche Mode al fianco del produttore James Ford dei Simian Mobile Disco (Foals, Florence & The Machine, Arctic Monkeys).

Una collaborazione che potrebbe significare in un cambio di tonalità e musicità rispetto al precedente album “Delta Machine“.

I Depeche Mode si sono detti entusiasta per questa nuova fatica discografica, valutando in maniera positiva l’impatto professionale ed artistico che avrà questo nuovo disco sulla loro carriera.

“Siamo estremamente orgogliosi di ‘Spirit’ – dice Dave Gahane non vediamo l’ora di farlo sentire a tutti. Con James Ford e il resto del team di produzione abbiamo realizzato un album che trovo davvero potente, tanto a livello di sound che di messaggio”.

Il nuovo album “Spirit” sarà composto da 12 canzoni inedite e uscirà anche in versione doppio vinile 180 g, contente l’album standard su 3 facciate più una speciale serigrafia stampata sulla quarta facciata.

L’artwork e le fotografie che accompagnano l’album sono state realizzate da Anton Corbijn, celebre film-maker e collaboratore storico della band.